Mercoledì, 03 Ottobre 2018 17:09

Roma, al Quirinale una mostra fotografica sulla guerra civile spagnola

di Giacomo Martini

Roma - Dal 1936 al 1939 la Spagna fu segnata da una guerra civile che rovesciò il governo democratico e permise al Generale Francisco Franco di conquistare il potere.

A 80 anni da quella guerra una grande mostra fotografica racconta uno degli eventi che hanno segnato per molti anni i destini dell’Europa, coinvolgendo in quello scontro di civiltà e culture uomini, donne, soldati, volontari accorsi da molte nazioni europee e non solo.

Lo scontro tra le forze che sostennero il legittimo Governo repubblicano, da un lato, e i golpisti con i loro alleati nazi-fascisti, dall'altro, viene qui per la prima volta narrato dalla parte del regime fascista: come si racconta una guerra, come si glorifica una vittoria, come si infanga un nemico. La grande macchina della propaganda di regime e della comunicazione politica rivelata nei suoi meccanismi segreti.

In 300 fotografie, risultati del lavoro straordinario degli inviati dell’Istituto Luce, foto personali dei legionari combattenti e immagini conservate negli archivi delle istituzioni politiche e militari, con documenti dettagliati e un coinvolgente percorso narrativo, la Grande Storia è raccontata nel momento in cui avviene, come in un grande reportage, insieme alla storia personale degli uomini e donne che l’hanno vissuta.

“Fu la Spagna: lo sguardo fascista sulla guerra civile spagnola“ è il titolo dell’evento di straordinario interesse curato da Daniela Aronica e Andrea Di Miichele. La mostra è organizzata dall’Istituto Luce in collaborazione con Il Centro Studi del Cinema Italiano di Barcellona e prodotta dal Museo Storico della Catalogna. La mostra, frutto di una lunga ricerca in archivi e biblioteche che ha individuato negli anni oltre 20.000 immagini, e che ha portato alle 300 dell’esposizione, arriva finalmente a Roma dopo il successo degli allestimenti di Barcellona e Bilbao.

Un’occasione per ripercorrere la una parte importante della storia dell’Europa nel XX secolo i cui riflessi ancora oggi segnano le foorti contraddizioni del nostro presente e di un possibile futuro. La mostra si potrà visitare nello spazio del Teatro dei Dioscuri al Quirinale, dal 5 ottobre all’8 novembre.

Articoli correlati (da tag)