Giovedì, 04 Ottobre 2018 16:18

La pittura del pistoiese Gianfranco Chiavacci in mostra a New York

Un'immagine della mostra newyorkese su Gianfranco Chiavacci Un'immagine della mostra newyorkese su Gianfranco Chiavacci

di Andrea Capecchi

New York - La pittura dell'artista contemporaneo pistoiese Gianfranco Chiavacci arriva a New York nella prestigiosa Sous Les Etoiles Gallery.

Si tratta della prima mostra monografica dedicata a Chiavacci negli Stati Uniti, risultato del crescente apprezzamento manifestato dai critici d'arte newyorkesi per l'opera di questo artista pistoiese, scomparso nel 2011 e capace di lasciare una traccia profonda nelle tendenze della pittura contemporanea.

La mostra newyorkese vuole infatti offrire una ricognizione completa sui cinquant'anni di attività artistica di Chiavacci, definito un “artista sperimentale” che, guidato dalla sua “inventiva e insaziabile curiosità” ha dato vita a “un'arte poetica, in grado di deviare dalle regole tradizionali”.

Fin dagli esordi artistici negli anni Cinquanta, il pittore pistoiese si è distinto come uno degli interpreti più innovativi della pittura geometrica e “tridimensionale”, intersecando e fondendo le due esperienze dell'arte astratta e del linguaggio binario. Pioniere nella rappresentazione dello spazio nelle tre dimensioni, Chiavacci ha utilizzato nella sua arte una vasta gamma di materiali e ha contraddistinto il suo stile pittorico attraverso la giustapposizione e l'accostamento, talvolta violento, di colori primari e di diverse forme geometriche. Nelle sue opere emerge anche un forte interesse per le successioni ritmiche e le regole algebriche, con la frequente ripetizione e sovrapposizione di reticolati, linee, cerchi e modelli matematici.

Gianfranco Chiavacci, nato a Pistoia nel 1936, ha attraversato la grande stagione dell'arte contemporanea pistoiese e toscana, soggiornando per alcuni periodi a Firenze e Milano, ma restando sempre legato alla propria città, dove non ha mai cessato di vivere e di lavorare. Gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso hanno segnato l'apice del suo slancio creativo e della sua produzione artistica, segnata dalle influenze dei movimenti italiani dell'Arte Povera e dell'Arte Programmata, dalla grande curiosità per la fotografia e dal fascino delle correnti astrattiste.

Le opere di Chiavacci sono state esposte al pubblico in mostre personali e collettive in numerose gallerie e spazi d'arte, da Pistoia a Perugia, da Prato a Milano. Con l'esposizione di New York un'accurata selezione di dipinti del maestro pistoiese oltrepassa l'Atlantico in una retrospittiva sulla sua biografia artistica che ha colpito e impressionato i curatori della Gallery.

La mostra, che si è aperta lo scorso 13 settembre, resterà aperta al pubblico fino al prossimo 17 novembre.

Articoli correlati (da tag)