Lunedì, 07 Maggio 2018 16:36

Pistoia come un'oasi verde accoglie 'Cosimo degli Alberi' e 500 bambini

di Samantha Ferri

PISTOIA – Nasino all'insù, zainetto in spalla, i genitori per mano e le guide con la maglietta verde da seguire alla scoperta di una Pistoia inedita, popolata da oasi green e da narratori interattivi che hanno accompagnato i bimbi lungo il percorso.

Quasi cinquecento i bambini - da uno a otto anni di età - che ieri, domenica 6 maggio, in città hanno seguito le tracce lasciate da Cosimo degli Alberi, trampoliere che come il Barone Rampante di Calvino non scende mai a terra e si muove tra i boschi. È così che un libro prende vita e si lascia raccontare e toccare con mano dai più piccoli e dalle loro famiglie che ieri hanno preso parte al grande evento. “Cosimo degli Alberi” è infatti un racconto in rima scritto da Martina Colligiani e illustrato dall'artista Michele Fabbricatore, edito da Giorgio Tesi Editrice.

Un progetto maturato nel tempo, nato da un'idea di Giorgio Tesi Editrice e della cooperativa sociale Pantagruel che ne ha curato anche l'organizzazione ed ha impiegato, nella giornata dell'evento, una trentina di operatori specializzati per permette la buona riuscita dell'iniziativa. “E' stato bello vedere Pistoia animata da duemila persone, tra bambini e accompagnatori, che si spostavano da una tappa all'altra come in una caccia al tesoro per trovare infine Cosimo degli Alberi”, ha commentato Enzo Ciano, direttore della cooperativa sociale Pantagruel.

Il punto di partenza è stato in piazza San Francesco, dove ai bimbi iscritti sono stati consegnati tutti i gadget necessari come matite e adesivi per lasciare un segno del loro passaggio lungo il percorso interattivo. Per spostarsi poi alla Basilica della Madonna dell’Umiltà in piazza Spirito Santo, al Pozzo del Leoncino in piazza della Sala, a San Giovanni Fuorcivitas, a Palazzo dei Vescovi e, infine, in piazza Duomo dove i partecipanti hanno finalmente incontrato Cosimo degli Alberi.

Il trampoliere ha debitamente ringraziato i bambini per esser riuscito a visitare Pistoia. La storia del libro racconta infatti di un Cosimo arrivato in questa bella città ma che non riusciva ad addentrarvisi a causa della mancanza di alberi tra cui potersi muovere. Al protagonista non resta che chiedere aiuto ai piccoli e fantasiosi sognatori affinché convincano “i grandi” e i propri genitori a piantare degli alberi in città.

“Cosimo è una guida, una mascotte, un pifferaio magico che mette Pistoia sotto una nuova luce ed è capace di proiettare su di essa il fantasioso punto di vista dei bambini”, continua il direttore della cooperativa Pantagruel. Un'avventura che ha saputo coinvolgere anche i genitori e i curiosi accorsi in città per vederla trasformata in una magica oasi verde. Persino il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi  (nella foto a sinistra con gli operatori della cooperativa Pantagruel) ha partecipato con i suoi figli al percorso di Cosimo sugli Alberi.

“Un evento imponente dal punto di vista organizzativo e a cui i nostri operatori – prima su tutti la presidente della cooperativa Pantagruel Claudia Cardelli – si sono dedicati anima e corpo, ma dati i risultati ne è davvero valsa la pena. Visto il successo ci auguriamo che questo sia solo il primo di una serie di eventi che vedranno Cosimo portare i bimbi in giro per la nostra splendida Pistoia”, conclude Enzo Ciano.

Articoli correlati (da tag)