Speciali Reportcult: PISTOIA BLUES | PRESENTE ITALIANO


 
 

Lunedì, 30 Settembre 2019 16:42

Giorgio Tirabassi apre la quinta edizione di Presente Italiano

Giorgio Tirabassi e Ricky Memphis in una scena del film "Il grande salto" Giorgio Tirabassi e Ricky Memphis in una scena del film "Il grande salto"

Pistoia – Sarà l’attore Giorgio Tirabassi, con il suo primo lungometraggio da regista “Il grande salto”, a inaugurare la quinta edizione di Presente Italiano.

Una coppia di ladri che sognano di fare il grande colpo per sistemarsi definitivamente: è questa la storia de “Il grande salto”, primo lungometraggio dell’attore Tirabassi, ambientato in un quartiere della periferia romana dove vivono Rufetto e Nello, due rapinatori maldestri che hanno scontato quattro anni di carcere per un colpo andato male. I due non demordono e progettano una rapina che potrebbe dare una svolta alle loro vite mediocri. Riprendere in mano l'attività e soprattutto portarla a buon fine, però, non è per niente facile: si convincono, così, che il destino non sia dalla loro parte.

L'attore presenterà il suo film “Il grande salto” domani, martedì 1 ottobre alle ore 20.30 al cinema Roma, introducendo il pubblico in sala alla visione del suo lavoro. Tirabassi sarà inoltre protagonista dell’incontro con il pubblico in programma alle ore 18.30 presso la libreria “Lo Spazio” di via dell'Ospizio.

Domani altre tre proiezioni in programma al cinema Roma durante il pomeriggio e la sera. La giornata si aprirà alle ore 16.00 con la proiezione de “Il primo re”, di Matteo Rovere, rivisitazione del mito di Romolo e Remo, interpretati rispettivamente da Alessio Lapice e Alessandro Borghi (il film è stato inserito nella shortlist dei candidati italiani all’Oscar).

A seguire, alle 18.30 il film “Selfie” di Agostino Ferrente, ritratto di due sedicenni del Rione Traiano di Napoli che accettato la proposta del regista di riprendersi con un iPhone raccontando così la loro quotidianità.

Chiude la prima giornata, alle 22.30, “Ovunque proteggimi” di Bonifacio Angius, un dramma ambientato interamente in Sardegna che racconta la storia on the road di Alessandro e Francesca, due anime tormentate in fuga da tutto.

Parallelamente, alle ore 11 nell’aula magna del Liceo artistico P. Petrocchi si terrà il primo incontro di “Conversazioni sul presente” ciclo di incontri sul cinema che coinvolgeranno filmmaker ed esperti di cinema di animazione. Primo appuntamento con Marco “Toma” Tomaselli, fotografo e regista indipendente nato a Firenze ma con sangue siciliano. Dalle 16 alle 18 (in aula R) la scuola ospiterà installazioni video a cura delle Associazioni Nub Project Space e Laboratorio Ottomani.

La rassegna sarà arricchita dalla mostra fotografica "Uno, dieci, cento Verdone" composta da 32 ritratti originali scattati, dentro e fuori il set, dal fotografo Claudio Porcarelli e realizzata grazie al contributo di Conad e alla collaborazione del Comune di Pistoia, allestita nell'atrio del Palazzo Comunale (Piazza del Duomo) dall'1 al 6 ottobre e visitabile gratuitamente negli orari di apertura della struttura).

 

Articoli correlati (da tag)