Venerdì, 13 Aprile 2018 16:39

Firenze, Francesca Michielin chiude al Viper il suo tour di date “sold out”

Francesca Michielin Francesca Michielin

Firenze - Si chiude domenica 15 aprile al Viper Theatre di Firenze (ore 21,30) il trionfale tour 2018 di Francesca Michielin: una lunga serie di sold-out e date raddoppiate in molte città.

Il tour segue l’uscita di “2640”, il nuovo album di inediti pubblicato lo scorso gennaio, che ha raggiunto la posizione numero uno su iTunes e ha conquistato oltre 2 milioni di stream su Spotify. In totale sono 10 milioni gli stream registrati da Francesca su Spotify, tra cui quelli dei singoli Vulcano e Io non Abito al Mare, stabile nella top50 dei brani più ascoltati sulla piattaforma e recentemente certificato Disco d’Oro.

Anticipato dal primo singolo “Vulcano”, certificato platino, e dal secondo “Io non abito al mare”, “2640”, contiene 13 brani, un racconto in musica della crescita di Francesca, delle sue esperienze e della sua visione del mondo.“2640” ruota attorno al logo che è composto da tre triangoli colorati che rappresentano i tre simboli/temi del disco. Il primo è un Vulcano rosso, come le parole più crude da comunicare. Il secondo è un Mare, blu e caotico, da imparare a ascoltare. E il terzo è una Montagna, alta, dove si arriva sulla cima solo per provare a immaginare.

Polistrumentista e autrice di testi e musiche, Francesca firma undici brani su tredici, che si dividono, infatti, tra vulcanici, marini e “montani”, elementi associati a un’intenzione, rispettivamente comunicare, ascoltare, immaginare. Produttore dell’album è Michela Canova.

L’album si apre appunto con “Comunicare”, manifesto programmatico che valorizza lo scambio, l’incontro. Sulla stessa linea prosegue “Bolivia”, che si spinge lontano rimanendo vicino, per dare voce a problematiche che sembrano distanti ma toccano la nostra quotidianità più di quanto pensiamo.

“Noleggiami ancora un film” parla di un tempo passato da contemplare, è un elogio alla lentezza e a tutti quegli elementi presenti nei momenti familiari che rischiano sempre più di svuotarsi.

"Io non abito al mare” è il primo brano che vede Francesca collaborare con Calcutta, che con lei firma anche “La serie B”, titolo ispirato alla retrocessione del Vicenza come metafora di una grande delusione d’amore e “Tapioca”, traccia con alcuni inserti in lingua ghanese campionati da Cosmo, un brano di ringraziamento e pieno di gioia che racconta pezzi di vita importanti. Calcutta e Dario Faini firmano invece “Tropicale”, che grazie a sonorità innovative catapulta chi ascolta su una spiaggia in festa di fronte al mare più silenzioso.

“E se c’era…” è la sesta traccia e porta la firma di Tommaso Paradiso (insieme a Dario Faini): un testo di incoraggiamento a guardare avanti lasciandosi alle spalle tutto ciò che ci impedisce di farlo.

“Scusa se non ho gli occhi azzurri” e “Vulcano” sono le immagini speculari l’uno dell’altro. Se Vulcano infatti esprime la fase della rabbia e della voglia di ripartire con energia, “Scusa se non ho gli occhi azzurri” è quella immediatamente successiva ad un cuore che si spezza, ovvero la fase in cui ci si prende tutte le responsabilità e le colpe. Due galassie invece, è un brano che parla di una storia giovane in cui le due persone coinvolte non crescono di pari passo.

Unico brano in inglese, “Lava” è il più ‘violento’ e vulcanico del disco sia per il testo, sia per la scelta di impiegare suoni “di pancia”, dinamiche tribali ed effetti acidi.

Tredicesima e ultima traccia del disco è “Alonso”, che parla del pilota di Formula 1 sia direttamente, sia prendendo il suo percorso come metafora di alcuni momenti difficili della vita.

I biglietti per il concerto fiorentino sono disponibili in tutti i punti prevendita Boxoffice Toscana.

Francesca Michielin Tour 2018 è prodotto e distribuito da Live Nation, Radio Italia è radio partner del Francesca Michielin Tour 2018.
 

 

Articoli correlati (da tag)

Liberamente

Liberamente