Lunedì, 08 Ottobre 2018 16:48

Il ritmo blues dei Diastema alla Fondazione Tronci

Matilde Rosati e Valentina Nistri dei Diastema Matilde Rosati e Valentina Nistri dei Diastema

Pistoia - Il programma stilato dall'Associazione Culturidea per i giovedì in Fondazione prosegue l'11 ottobre con la giovane band Diastema.

L'inizio del concerto è previsto per le ore 21.30 e ciò che attende il pubblico della saletta pistoiese è una nuova serata all'insegna del Blues e Soul. I “Diastema” sono una band acustica composta da sei elementi: le due voci femminili di Matilde Rosati e Valentina Nistri, la chitarra di Filippo Firenzuoli, il basso di Francesco Luchini, il sax di Corrado Carossa e la batteria di Stefano Fedi.

Se è vero che la band non fa mistero della sua ammirazione anche per quel pop americano che prese vita tra la fine degli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta con protagonisti Bobby Rydell, Fabian, Annette Funiciello, Teddy Randazzo, Johnny Restivo, Connie Francis, Ronnie Dove è altresì vero che il programma che presenta normalmente è ben diverso. Il progetto “Diastema”, infatti, nasce dall’esigenza fondamentale di fare musica in “interplay”, ovvero in un gioco di scambio e di piacere mediante l’interazione delle voci, in “botta e risposta” con la parte strumentale, per lo spettacolo musicale che incontra i gusti e le esigenze di un pubblico vasto e vario, puntando sia al coinvolgimento che al divertimento di tutti.

La band propone un repertorio di brani pop con accenni allo swing e contaminazioni di vari altri generi, sia del panorama internazionale che italiani, nonché di brani noti rielaborati e rivisitati in maniera originale (in chiave blues, soul, swing, funk, R&B) e con arrangiamenti particolari, con medley e mash-up tra i vari brani, il tutto in chiave acustica, “sfruttando” la potenzialità delle due voci femminili, come soliste e soprattutto in duetto.

La scelta di Fondazione Tronci e Culturidea di invitare questo gruppo è quella di dare una vera continuità con il concerto della settimana scorsa. Esattamente come i Diastema anche Ilclandeiribot ha la forza di due voci femminili ed un sound assolutamente accattivante. Ciò che si propone Culturidea con la propria azione è il proseguimento della valorizzazione dell'attività della Fondazione Luigi Tronci ed il suo mantenimento in essere e contemporaneamente dare la possibilità ai migliori ed innovativi gruppi musicali non solo toscani di avere un palcoscenico storicamente prestigioso.

Il programma del festival "Musica e parola mia passione" proseguirà senza interruzioni tutti i giovedì e in altre date fino al 20 dicembre.

Articoli correlati (da tag)