Domenica, 02 Ottobre 2016 11:37

Pistoia, il Teatro Manzoni presenta la stagione di prosa

Rodolfo Sacchettini Rodolfo Sacchettini

di Samantha Ferri

Pistoia – Una stagione dalla grande personalità, con spettacoli prodotti da teatri nazionali, con regie ed attori di rilievo, esclusive per la Toscana, prime nazionali e regionali, quella presentata ieri, sabato 1 ottobre, al Teatro Manzoni di Pistoia.

Il programma della Stagione di Prosa del Teatro Manzoni che porterà Pistoia nell'anno di Captale della Cultura è stato di seguito illustrato da Rodolfo Sacchettini e da Saverio Barsanti, direttore artistico dell'Atp. Apre il cartellone, che prevede quest'anno 11 appuntamenti, “La Tragedia di Riccardo”, con adattamento e regia di Renata Palminiello, prodotta dall'Associazione Teatrale Pistoiese, a teatro fino al 13 ottobre.

Dal 4 al 6 novembre andrà in scena “Questi Fantasmi!” di Eduardo De Filippo, regia affidata a Marco Tullio Giordana. Dall' 11 al 13 novembre sarà la volta della tragedia attica di Euripide “Le Baccanti, Dionysus il Dio nato due volte”, regia curata da Daniele Salvo, con la famosa attrice di teatro d'avanguardia Manuela Kustermann. Dal 2 al 4 dicembre, in esclusiva per la Toscana, “Ivanov” di Anton Checov, con la regia di Filippo Dini. Torna ancora Eduardo De Filippo con “Natale in casa Cupiello” dal 9 all'11 dicembre, regia di Antonio Latella.

L'anno nuovo sarà inaugurato dalla prima regionale di “Locandiera B&B”, in scena dal 20 al 22 gennaio, la famosa commedia di Goldoni rivisitata per l'occasione da Edoardo Elba, regia di Roberto Andò e per la prima volta a Pistoia l'attrice Laura Morante. Dal 27 al 29 gennaio sarà la volta di “Porcile”, di Pier Paolo Pasolini, regia di Valerio Binasco. Dal 9 al 12 febbraio andrà in scena al Piccolo Teatro Mauro Bolognini – su richiesta della compagnia che ha voluto per la tournée solo piccoli spazi - “Il mestiere di vivere” di Hanoch Levin, uno spettacolo di Andrée Ruth Shammah con Carlo Cecchi.

Dal 17 al 19 febbraio in esclusiva per la Toscana verrà rappresentato “Odissea A/R” liberamente tratto da Omero, con testo e regia di Emma Dante. Dal 3 al 5 marzo andrà in scena “Fedra”, tragedia di Seneca, con adattamento e regia di Andrea De Rosa. La stagione si chiude con un'altra opera di Shakespeare “Giulio Cesare”, con adattamento e regia dello spagnolo Alex Rigola, con Michele Riondino, e nei panni di Giulio Cesare e del giovane Ottaviano due donne, rispettivamente Maria Grazia Mandruzzato e la pistoiese Beatrice Fedi.

La sezione Altri Linguaggi propone invece “Fregio” della compagnia di danza di Virgilio Sieni, in scena il 18 e il 19 ottobre. Dal 20 al 22 ottobre al Piccolo Teatro Mauro Bolognini “Gli occhiali d'oro” di Giorgio Bassani, raccontato dagli allievi del Teatro Laboratorio della Toscana. Dal 27 al 29 ottobre andrà in scena “Buchettino” con la regia di Chiara Guidi. Il 17 novembre torna Virgilio Sieni con “Cantico dei Cantici”.

Il 19 e il 20 novembre andranno in scena Gli Omini al Teatro Bolognini con “Più Carati”. Sempre al Bolognini il 17 dicembre sarà la volta di “Be Normal” della compagnia pistoiese Sotterraneo; mentre il 17 gennaio andrà in scena “Utoya” di Edoardo Erba, regia di Serena Sinigaglia. Per finire la compagnia comica I Sacchi di Sabbia porterà in scena “Suicidi in ottava rima”, il 24 marzo al Teatro Bolognini.

“Una stagione che raccoglie alcuni dei più grandi testi teatrali di sempre – commenta Sacchettini – chi ci seguirà dall'inizio alla fine assisterà anche a una piccola parte di storia del teatro”. Il presidente dell'Atp ricorda poi che in un periodo in cui molti teatri di Provincia si stanno svuotando Pistoia continua ad avere un pubblico costante e appassionato, al punto che il Teatro Manzoni è riuscito, dal 2012 ad oggi, ad ottenere maggiori sovvenzioni sia regionali che statali.



 

Liberamente