Venerdì, 05 Gennaio 2018 16:00

A Seano va in scena "Bilal. Nessun viaggiatore è straniero"

CARMIGNANO - Uno spettacolo che racconta l'odissea di un uomo e di centinaia di migliaia di persone che in questi anni hanno attraversato il deserto del Sahara, il mar Mediterraneo, per poi sbarcare a Lampedusa in cerca di un riscatto, di una nuova vita.

E’ “Bilal. Nessun viaggiatore è straniero”, una rappresentazione toccante e travolgente, un viaggio tra storie, sentimenti e fatti che raccontano una gravissima emergenza umanitaria, l’emigrazione clandestina. Lo spettacolo, per la regia di Annalisa Bianco della compagnia Egumteatro, con la straordinaria interpretazione di Leonardo Capuano, andrà in scena domani, sabato 6 gennaio alle 21,15 presso lo spazio culturale dell’associazione Pandora, in via Don Milani 7, a Seano.

La rappresentazione teatrale prende spunto dal libro del giornalista Fabrizio Gatti “Bilal, viaggiare, lavorare, morire da clandestini”, un volume testimonianza in cui Gatti racconta il viaggio che ha vissuto in prima persona, travestito da “straniero”, dall’Africa subsahariana a Lampedusa. Un documento unico che è diventato uno spettacolo teatrale che sta girando tutta Italia e che domani farà tappa anche a Seano.

Bilal è un teatro di narrazione che racconta la vita di uomini e donne in fuga dalla miseria, che con ogni mezzo cercano di difendere la loro dignità. È la denuncia del mancato rispetto al diritto di perseguire ambizioni e progetti. È la denuncia della violenza, del sopruso, della violazione di ogni legge di diritto internazionale che riguardi la tutela dell’uomo e di ogni principio morale.

Ingresso gratuito.

Articoli correlati (da tag)

Liberamente

Liberamente